Associazioni

Unire

Unire

Via Lovanio 19, Roma  - Lazio

L’associazione, con sede legale a Roma, ha lo scopo di creare una rete nazionale di attivisti e associazioni i cui protagonisti sono i rifugiati stessi. Il fine ultimo è quello di contribuire a diffondere una nuova immagine delle persone titolari di protezione nel tessuto cittadino nel suo complesso, e di valorizzare le loro capacità e competenze. Attraverso lo scambio di esperienze e buone pratiche UNIRE intende contribuire attivamente alla vita sociale, culturale e politica del paese ospitante.

Progetto realizzato nel 2020

Per una causa comune

Il progetto ha dato vita a un portale online con l’obiettivo di mettere in relazione i singoli attivisti rifugiati, assieme alle loro realtà associative di riferimento, che lavorano già nell’ambito dell’accoglienza e dell’inclusione sul territorio italiano. Il progetto, grazie a una serie di incontri regionali, ha favorito la costruzione di una rete a livello nazionale di rifugiati e apolidi.

Attività, numeri, persone

5 incontri di presentazione dell’associazione per coinvolgere rifugiati sul territorio (Bolzano, Roma, Catania, Torino, Bologna)

1 sito web e video creati

10 re di corso di formazione in public speaking e comunicazione

1 conferenza stampa organizzata

56 Persone hanno partecipato agli incontri di presentazione

14 Persone sono state formate

Storie e notizie

Con PartecipAzione in rete il programma continua per le associazioni delle edizioni passate

Dalla volontà di supportare proposte progettuali sviluppate in collaborazione dalle associazioni della rete, nasce PartecipAzione in Rete, il percorso che intende rafforzare le competenze nella scrittura dei progetti tramite un approccio partecipativo.  Nel 2021 INTERSOS e UNHCR hanno per la prima volta previsto un percorso di affiancamento nella progettazione destinato alle associazioni che hanno partecipato alle edizioni passate del programma PartecipAzione.   Il percorso, dopo una serie di momenti di condivisione e riflessione interni alla rete, propone di continuare a sviluppare le capacità operative delle associazioni e la collaborazione tra di loro, finanziando tre proposte co-progettuali identificate dalle […]

Leggi di più…

Pubblicato in News

PartecipAzione 2021: Nel ghetto di Borgo Mezzanone l’integrazione parte dal basso

Nata spontaneamente in uno dei più grandi ghetti d’Italia, il Faro del Borgo fornirà supporto informativo alla comunità migrante e rifugiata impegnata nel bracciantato agricolo.  Nel gennaio 2020, si forma nel ghetto di Borgo Mezzanone il gruppo delle Advocacy Antenne, otto persone fra ragazzi e ragazze provenienti da Nigeria, Guinea Conakry, Somalia, Camerun, Ghana e Niger, selezionati per un progetto di advocacy all’interno dell’insediamento abitativo.  Il […]

Leggi di più…

Tutti gli articoli
PartecipAzione, azioni per la protezione e la partecipazione dei rifugiati

un programma di empowerment e capacity building realizzato da