Dicono di noi

La Pasqua senza tavolate dei poveri e dei clochard Aperte mense di S.Egidio e Caritas. A Napoli uova nei Quartieri

 

ANSA-FOCUS/ La Pasqua senza tavolate dei poveri e dei clochard
Aperte mense di S.Egidio e Caritas. A Napoli uova nei Quartieri
(ANSA) – ROMA, 11 APR – Per loro non e’ quasi mai una vera
festa. Quest’anno l’emergenza coronavirus riduce tempi e spazi e
cosi’ anche le occasioni di stare insieme a Pasqua diventano
poche e limitate. Succede a senzatetto, poveri, migranti,
prostitute che probabilmente saranno ancora piu’ soli tra domani
e il giorno di Pasquetta, a volte per strada. Tranne per le
iniziative di alcune associazioni che terranno aperte le porte
di mense e dormitori, anche se in ‘versione sicurezza’. O altre
che si sono organizzate con la ‘solidarieta’ a domicilio’ andando
da chi almeno un tetto ce l’ha. A volte a dare una mano ai piu’
bisognosi sono proprio rifugiati e richiedenti asilo, come
succede nei quartieri Spagnoli a Napoli.
A Roma per la prima volta la comunita’ di Sant’Egidio apre a
pranzo nei giorni di Pasqua e Pasquetta. In via eccezionale, da
mezzogiorno la mensa di via Dandolo, a Trastevere, accogliera’
centinaia di persone ma seguendo le precauzioni imposte dal
rischio Covid (come fa durante la settimana, a cena e ora con
orari piu’ lunghi). Quindi si entra pochi alla volta, all’interno
disinfettanti per le mani e ci si puo’ sedere ma con posti
distanziati. Tra i volontari, anche stranieri dei corridoi
umanitari e immigrati del movimento Genti di pace. Aperte “con
cautela” anche le mense della Caritas ma l’aria di festa e’
lontana. Idem a Milano: nel refettorio ambrosiano l’appuntamento
e’ come sempre a cena ma da giorni viene servita in tre turni,
per diluire i contatti. In genere sono una novantina i posti a
disposizione, ora decisamente meno e ai tavoli si sta seduti al
massimo in 3. Alle Cucine popolari di Bologna tutto e’ pronto per
la Pasquetta: nelle tre strutture, nate dalla rete di
solidarieta’ creata da Roberto Morgantini e che ogni giorno offre
piatti caldi a pranzo, sono arrivate uova di cioccolato,
colombe, ravioli e tortellini donati da cittadini e
associazioni, in aggiunta al pranzo. “Quello che e’ cambiato con
l’emergenza e’ che diamo piatti da asporto, dal primo alla
frutta, non si mangia piu’ qui. Ma siamo passati dalle 250-300
persone al giorno a circa 400 – racconta Morgantini – Prima
erano famiglie che hanno una casa ma sono in difficolta’. Ora c’e’
di tutto”, spiega.
All’opera per i migranti molte associazioni della rete di
PartecipAzione, il programma di Intersos e Unhcr. Ad esempio a
Napoli sono gli stessi rifugiati e richiedenti asilo che fanno
parte della cooperativa sociale Less a portare le uova di
cioccolato ai bambini dei quartieri Spagnoli e del rione Sanita’.
Tra Castel Volturno e Caserta i Kalifoo Ground, band musicale
formata da due italiani e tre rifugiati, hanno consegnato una
cinquantina di colombe a famiglie disagiate, soprattutto
straniere. Stessi doni a Torino, grazie all’associazione Mosaico
che si e’ dedicata ai bambini che vivono nell’edificio occupato
di corso Cirie’. (ANSA).

SUA

11-APR-20 18:34 NNN

Tags

Storie e notizie

PartecipAzione 2021: Agricoltura sociale a sostegno dei rifugiati

Attraverso la creazione di una start-up agricola, l’associazione Smiling Coast of Africa promuoverà a Brindisi l’integrazione di persone migranti e con disabilità. L’ultimo anno e mezzo di pandemia ha messo in evidenza numerose situazioni d’emergenza di carattere legale, abitativo o lavorativo, che aggravate da fenomeni discriminatori, hanno colpito in particolare la comunità migrante e rifugiata. Paradossalmente però, queste difficoltà hanno avuto anche il […]

Leggi di più…

Pubblicato in News

PartecipAzione 2021: A Carrara una radio darà voce ai rifugiati

In Toscana, l’associazione Circolo ARCI Radioattiva formerà rifugiati nella produzione di programmi radiofonici che daranno voce alle loro storie. Nel 1979 in provincia di La Spezia nasce una radio che farà dell’attivismo politico sui temi della protezione ambientale, del pacifismo e del femminismo i suoi pilastri fondanti. L’attivismo dei suoi creatori farà sì che la […]

Leggi di più…

Tutti gli articoli
PartecipAzione, azioni per la protezione e la partecipazione dei rifugiati

un programma di empowerment e capacity building realizzato da