News

PartecipAzione 2021: Agricoltura sociale a sostegno dei rifugiati

Attraverso la creazione di una start-up agricola, l’associazione Smiling Coast of Africa promuoverà a Brindisi l’integrazione di persone migranti e con disabilità.

L’ultimo anno e mezzo di pandemia ha messo in evidenza numerose situazioni d’emergenza di carattere legale, abitativo o lavorativo, che aggravate da fenomeni discriminatori, hanno colpito in particolare la comunità migrante e rifugiata. Paradossalmente però, queste difficoltà hanno avuto anche il merito di stimolare le stesse persone più vulnerabili ad attivarsi per trovare delle soluzioni collettive. 

Questa è anche la storia di un gruppo di ragazzi provenienti da Gambia e Senegal, che nel Gennaio 2021 decidono di fondare un’associazione che contrasti l’esclusione sociale e possa favorire la crescita personale e lo scambio fra culture diverse. Riflettendo la voglia di restituire un sorriso alle persone supportate e all’intera comunità locale, e richiamando le bellezze della costa occidentale dell’Africa, l’associazione sceglie di darsi il nome “Smiling Coast of Africa”. 

A sottolineare le difficoltà e le motivazioni che hanno portato a questa scelta, Alfusainey, il Presidente dell’associazione, ricorda come “la pandemia ha significato, per la comunità migrante, aggiungere difficoltà a situazioni personali già molto complesse, come questioni burocratiche o linguistiche che a volte impediscono alle persone di poter esercitare i propri diritti.” 

L’associazione propone inoltre di favorire la nascita di iniziative di autoimprenditoria. Viene sviluppato quindi il progetto di una start-up, “Sama Dokuwo: insieme sulla terra”, che possa al contempo permettere il coinvolgimento attivo di persone con disabilità e sensibilizzare la cittadinanza locale alla conoscenza delle diverse realtà della comunità migrante valorizzando il patrimonio agricolo dei diversi paesi d’origine attraverso la coltivazione e la commercializzazione di prodotti agricoli africani. 

Il progetto, avvalendosi della collaborazione di realtà associative attive sul territorio come la Cooperativa Eridano e Voci della Terra, permetterà a dieci rifugiati di acquisire le competenze necessarie a relazionarsi con persone con disabilità e a sviluppare idee imprenditoriali sostenibili per il territorio e per l’intera comunità migrante e non. 

——– 

Smiling Coast of Africa è fra le sette associazioni selezionate per la quarta edizione di PartecipAzione, il programma realizzato da Intersos e UNHCR Italia. 

Il progetto “Sama Dokuwo: insieme sulla terra” offrirà la possibilità a dieci persone rifugiate e migranti di frequentare un percorso formativo, che attraverso l’uso dell’agricoltura sociale incentrata sulla coltivazione di prodotti africani, permetterà loro di coinvolgere persone con disabilità nello sviluppo di iniziative imprenditoriali. 

Tags

Storie e notizie

Con PartecipAzione in rete il programma continua per le associazioni delle edizioni passate

Dalla volontà di supportare proposte progettuali sviluppate in collaborazione dalle associazioni della rete, nasce PartecipAzione in Rete, il percorso che intende rafforzare le competenze nella scrittura dei progetti tramite un approccio partecipativo.  Nel 2021 INTERSOS e UNHCR hanno per la prima volta previsto un percorso di affiancamento nella progettazione destinato alle associazioni che hanno partecipato alle edizioni passate del programma PartecipAzione.   Il percorso, dopo una serie di momenti di condivisione e riflessione interni alla rete, propone di continuare a sviluppare le capacità operative delle associazioni e la collaborazione tra di loro, finanziando tre proposte co-progettuali identificate dalle […]

Leggi di più…

Pubblicato in News

PartecipAzione 2021: Nel ghetto di Borgo Mezzanone l’integrazione parte dal basso

Nata spontaneamente in uno dei più grandi ghetti d’Italia, il Faro del Borgo fornirà supporto informativo alla comunità migrante e rifugiata impegnata nel bracciantato agricolo.  Nel gennaio 2020, si forma nel ghetto di Borgo Mezzanone il gruppo delle Advocacy Antenne, otto persone fra ragazzi e ragazze provenienti da Nigeria, Guinea Conakry, Somalia, Camerun, Ghana e Niger, selezionati per un progetto di advocacy all’interno dell’insediamento abitativo.  Il […]

Leggi di più…

Tutti gli articoli
PartecipAzione, azioni per la protezione e la partecipazione dei rifugiati

un programma di empowerment e capacity building realizzato da