News

Giornata Mondiale del Rifugiato 2020, evento a Bari della Cooperativa Terra Nostra

Gli studenti migranti della Cooperativa Terra Nostra di Bari hanno presentato il progetto #Educationfirst con cui sono stati selezionati per la nuova edizione di PartecipAzione.

 

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato gli studenti rifugiati e migranti della Cooperativa Terra Nostra hanno presentato, nella loro sede di Bari e on-line il progetto con cui quest’anno sono stati selezionati da Intersos e Unhcr all’interno del programma PartecipAzione. Il progetto finanziato si chiama #Educationfirst, con esso questi ragazzi, tutti studenti dell’Università di Bari, intendono informare gli altri ragazzi rifugiati e migranti che vivono a Bari, nella provincia e anche nel Foggiano sulle modalità di convalida dei titoli di studio acquisiti nei loro paesi e sul diritto allo studio. “Abbiamo cominciato la settimana scorsa -racconta Jean, 25 anni, studente di Scienze Politiche, originario della Costa d’Avorio- il primo è stato un ragazzo che nel suo paese ha studiato informatica e adesso vorrebbe riprendere a Bari. Con lui abbiamo avviato la procedura del titolo di studio con il CIMEA di Roma”.“Nei prossimi giorni – continua Jean – vorremmo andare nei centri di accoglienza del Barese per sensibilizzare gli ospiti sulle opportunità di formazione e inclusione socio-lavorativa”.

L’Università di Bari – come è stato ricordato nel corso del collegamento video con l’evento in corso in Ateneo- fa parte delle 34 università che hanno aderito al Manifesto delle Università inclusiva promosso da Unhcr. Grazie all’impegno delle università coinvolte e delle associazioni di rifugiati -sottolinea Unhcr- vengono intraprese e ampliate diverse attività a favore di studenti rifugiati, come servizi di tutoraggio, corridoi universitari, borse di studio e informazioni sul riconoscimento dei titoli di studio”.

 La città di Bari si è sempre distinta per l’accoglienza ed è arrivato il momento di creare un tavolo permanente sull’integrazione legata all’educazione e all’istruzione”, ha detto nel suo intervento l’assessora alle Politiche educative e giovanili del Comune Bari, Paola Romano. “Noi pensiamo che la vostra storia e le vostre competenze siano una ricchezza – ha aggiunto l’assessora rivolgendosi agli studenti – e costituiscano un capitale umano fondamentale nella nostra città”.

 

 

(comunicato stampa 20 giugno 2020)

 

 

Storie e notizie

Con PartecipAzione in rete il programma continua per le associazioni delle edizioni passate

Dalla volontà di supportare proposte progettuali sviluppate in collaborazione dalle associazioni della rete, nasce PartecipAzione in Rete, il percorso che intende rafforzare le competenze nella scrittura dei progetti tramite un approccio partecipativo.  Nel 2021 INTERSOS e UNHCR hanno per la prima volta previsto un percorso di affiancamento nella progettazione destinato alle associazioni che hanno partecipato alle edizioni passate del programma PartecipAzione.   Il percorso, dopo una serie di momenti di condivisione e riflessione interni alla rete, propone di continuare a sviluppare le capacità operative delle associazioni e la collaborazione tra di loro, finanziando tre proposte co-progettuali identificate dalle […]

Leggi di più…

Pubblicato in News

PartecipAzione 2021: Nel ghetto di Borgo Mezzanone l’integrazione parte dal basso

Nata spontaneamente in uno dei più grandi ghetti d’Italia, il Faro del Borgo fornirà supporto informativo alla comunità migrante e rifugiata impegnata nel bracciantato agricolo.  Nel gennaio 2020, si forma nel ghetto di Borgo Mezzanone il gruppo delle Advocacy Antenne, otto persone fra ragazzi e ragazze provenienti da Nigeria, Guinea Conakry, Somalia, Camerun, Ghana e Niger, selezionati per un progetto di advocacy all’interno dell’insediamento abitativo.  Il […]

Leggi di più…

Tutti gli articoli
PartecipAzione, azioni per la protezione e la partecipazione dei rifugiati

un programma di empowerment e capacity building realizzato da