News

IRPINIA ALTRUISTA: “PORTIAMO CIBO E MEDICINE A CHI NE HA BISOGNO”

L’associazione di Avellino sta facendo rete con altre realtà del territorio per aiutare i più vulnerabili durante l’emergenza Coronavirus.

 

Avellino ha i suoi angeli, in questi giorni difficili per il Coronavirus. Portano alimenti e farmaci a chi non può uscire di casa e a chi ha bisogno di aiuto. Sono i ragazzi di Irpinia Altruista, una delle associazioni finanziate lo scorso anno dal progetto PartecipAzione di Intersos e Unhcr, attivi in questi giorni -insieme alle altre associazioni di volontariato della rete Diamoci una mano-  per supportare i più vulnerabili: gli anziani, gli immunodepressi, chi vive in situazioni di disagio sociale ed economico. Parte attiva di questa iniziativa è anche il Comune di Avellino che ha messo a disposizione una sede per i volontari proprio nell’edificio del municipio e ha fornito loro un furgone per gli spostamenti.
A consegnare i beni sono, insieme, i volontari italiani e i rifugiati coinvolti da Irpinia Altruista.
I viveri in alcuni casi vengono acquistati dalle persone che richiedono il servizio in quanto sono soggetti a rischio o senza mezzi di trasporto per raggiungere i pochi negozi aperti, oppure sono pasti e beni di prima necessità destinati dal Comune a chi ha bisogno e non può usufruire della mensa dei poveri chiusa in questo periodo. A gestire il centralino (numero: 0825 78 46 31) che raccoglie le richieste dei cittadini è sempre l’amministrazione comunale, attraverso Misericordia, un servizio del 118.
Irpinia Altruista, che grazie al finanziamento di Partecipazione ha attivato nel 2019 uno sportello legale, amministrativo e sanitario rivolto ai rifugiati e ai richiedenti asilo, in questi giorni sta anche supportando i rifugiati e gli immigrati che vivono in città attraverso video informativi.

 

 

Per contattare Irpinia Altruista: https://www.facebook.com/irpiniaaltruista

Storie e notizie

Con PartecipAzione in rete il programma continua per le associazioni delle edizioni passate

Dalla volontà di supportare proposte progettuali sviluppate in collaborazione dalle associazioni della rete, nasce PartecipAzione in Rete, il percorso che intende rafforzare le competenze nella scrittura dei progetti tramite un approccio partecipativo.  Nel 2021 INTERSOS e UNHCR hanno per la prima volta previsto un percorso di affiancamento nella progettazione destinato alle associazioni che hanno partecipato alle edizioni passate del programma PartecipAzione.   Il percorso, dopo una serie di momenti di condivisione e riflessione interni alla rete, propone di continuare a sviluppare le capacità operative delle associazioni e la collaborazione tra di loro, finanziando tre proposte co-progettuali identificate dalle […]

Leggi di più…

Pubblicato in News

PartecipAzione 2021: Nel ghetto di Borgo Mezzanone l’integrazione parte dal basso

Nata spontaneamente in uno dei più grandi ghetti d’Italia, il Faro del Borgo fornirà supporto informativo alla comunità migrante e rifugiata impegnata nel bracciantato agricolo.  Nel gennaio 2020, si forma nel ghetto di Borgo Mezzanone il gruppo delle Advocacy Antenne, otto persone fra ragazzi e ragazze provenienti da Nigeria, Guinea Conakry, Somalia, Camerun, Ghana e Niger, selezionati per un progetto di advocacy all’interno dell’insediamento abitativo.  Il […]

Leggi di più…

Tutti gli articoli
PartecipAzione, azioni per la protezione e la partecipazione dei rifugiati

un programma di empowerment e capacity building realizzato da